Il Team

Marco Dalcielo

il marketing

“Sono Marco, da alcuni anni sono il responsabile del settore “Turismo, territorio ed eventi” di Gruppo LEN. Credo che cultura, territorio e turismo siano materie prime che dobbiamo valorizzare, per noi, Italia, come fonti di lavoro e reddito, per noi e il resto del mondo, come fonti di bellezza e arricchimento personale. Credo nel progetto Musei Digitali Diffusi perché è uno strumento pratico, accessibile, diffuso, esperienziale che permette a tutti, operatori territoriali e turisti, di sostenere, in modi diversi, bellezza e cultura. Del progetto mi piace anche l’unione di più “mondi”, digitale, cultura, persone e istituzioni: argomenti che vanno avvicinati con strumenti e conoscenze diverse, dal marketing alla storia, dalla tecnologia all’arte, senza lasciarsi intimorire, diceva Aby Warburg, da un esagerato rispetto dei confini.”

Massimo Zilioli

la strategia

“Sono Massimo, una persona curiosa e tenace. Mi interessa la natura umana, per questo ho studiato filosofia e mi sono dedicato alla ricerca, al giornalismo e alla formazione. Negli anni sono diventato consulente in ambito digitale e marketing, lavorando anche nei settori turistico e del marketing territoriale. Nel 2005, credendo nella multi-disciplinarietà come metodo di approccio al mercato, ho fondato LEN, il network di formatori e consulenti che si occupa di innovazione per le imprese e le persone. Ho visto in Musei Digitali Diffusi uno strumento pratico e innovativo, implementabile e aggiornabile nel tempo, in grado di dare ai territori, anche quelli meno conosciuti e meno turistici, un’opportunità di sviluppo, di promozione e valorizzazione, pensando anche a diverse modalità di coinvolgimento degli attori territoriali, pubblico e privato, singole persone e associazioni, scuole e aziende.”

Laura Scanu

l'enogastronomia

“Sono Laura, sarda di origini ed emiliana di nascita. Dopo la laurea in Scienze Gastronomiche ho iniziato a collaborare con LEN diventando docente e consulente di enogastronomia e valorizzazione territoriale. Per Musei Digitali Diffusi mi occupo della creazione di contenuti e sono convinta che questo progetto sia l’ideale per poter unire e raccontare tutte le sfumature culturali di un intero territorio.”

Monja Zanlari

l’arte

“Sono Monja, amo la Bellezza in tutte le sue forme e in tutte le sue espressioni, ricercandola sempre all’interno della mia vita e del mio lavoro e stimolando gli altri a coglierla ovunque sia. Sono una storica dell’Arte, Laureata con lode in Conservazione dei Beni Culturali e sono una studiosa ed umanista a tutto tondo. Collaboro con LEN fin dagli albori e per Musei Digitali Diffusi mi occupo di divulgare e valorizzare l’aspetto storico-artistico dei luoghi, delle opere e degli artisti coinvolti.”

Pietro Fantuzzi

la multimedialità

“Sono Pietro, videomaker con quindici anni di esperienza. Ho iniziato imparando sul campo nelle televisioni locali e nei service video. Entro nel Gruppo Len nel 2016 e per il network curo, realizzo e gestisco i contenuti presenti nel canale YouTube. Per Musei Digitali Diffusi mi occupo della produzione di materiale fotografico e video. Credo infatti che un progetto come questo abbia bisogno della giusta originalità e professionalità per renderlo ancora più accattivante.”

Rolando Cervi

la sostenibilità

“Sono Rolando, presidente del WWF di Parma. Mi occupo di gestione di aree protette, comunicazione e divulgazione scientifica, educazione ambientale, con particolare attenzione al tema del cambiamento climatico. In tanti anni di attivismo ho acquisito la consapevolezza di come le questioni ambientali (ma non solo) siano sempre indissolubilmente legate ad aspetti culturali, storici, sociali, trascurando i quali nulla può essere compreso a fondo, né risolto. Ho accettato quindi volentieri l’invito a aderire al progetto Oasi Delle Pievi, che contiene già nel titolo l’idea di mettere in relazione le eccellenze ambientali con quelle storico monumentali. Questa relazione, veicolata dalle migliori tecnologie, può guidare l’utente in un’esperienza che lo porta non solo a godere della bellezza, ma ad immergersi nei nostri paesaggi, evolvendosi da turista in viaggiatore.”